L’uomo che venne dal nord (1971)

25 Nov
Articolo già pubblicato il 10/11/2009 su http://carovecchiocinema.splinder.com/

__________

A pochi giorni dalla resa della Germania nella seconda guerra mondiale, un sottomarino tedesco affonda una nave inglese nei pressi della costa venezuelana. Mentre la nave affonda il sottomarino apre il fuoco sugli uomini che cercano di mettersi in salvo con le scialuppe di salvataggio. Dalla carneficina si salva soltanto un membro dell’equipaggio, il caporale-meccanico Murphy. Questi viene trovato esanime da alcuni indigeni e portato in una missione situata vicino alla costa dove viene curato dalla dottoressa Hayden. Il sottomarino, intanto, rimane nascosto nelle acque di un canale nei pressi della costa, probabilmente per paura di essere individuato da altre navi nemiche e attendere lì finchè non venga firmata la resa della Germania. Murphy è convinto che il sottomarino si aggiri ancora in quella zona e, accecato dall’odio verso i tedeschi per l’azione efferata verso i suoi compagni, decide di attaccarli con mezzi di fortuna. Aiutato dal generoso e simpatico Louis, Murphy rimette in funzione un aliante da guerra e, una volta indiviuato il sottomarino, cerca di colpirlo con delle bombe rudimentali senza però danneggiarlo.

L’indomito Murphy ci riprova allora utilizzando un vecchio barcone da trasporto merci dell’amico Louis con cui intende speronare il sottomarino. Intanto giunge la notizia che la Germania ha firmato la resa e la dottoressa Hayden cerca di dissuadere Murphy dalla sua folle battaglia personale ma egli prosegue nel suo tentativo. Anche il capitano del sottomarino avvisa Murphy che la guerra è finita e non ha più senso continuare a combattere, ma Murphy non vuole sentire ragioni e dirige il barcone verso il sottomarino. I tedeschi allora lanciano un siluro verso l’imbarcazione di Murphy e Louis, ma i due riescono a evitarlo con una virata. Successivamente, per evitare la collisione, il sottomarino si immerge velocemente, ma trovandosi in acque piuttosto basse si incaglia nel fango. A quel punto Murphy ha un’idea geniale: intende recuperare il siluro inesploso dalla spiaggia utilizzando il braccio meccanico del barcone e poi sganciarlo contro il sottomarino. Louis, però, non ha più intenzione di continuare nel folle tentativo e abbandona Murphy – memorabile questa scena! Così Murphy prosegue da solo nell’impresa riuscendo a colpire e far esplodere il sottomarino ma pagando con la vita questa sua smania di vendetta.

Nonostante alcune forzature nella trama, il film è abbastanza scorrevole e, sebbene sia nel complesso un film molto drammatico, presenta alcuni momenti anche divertenti. Peter O’Toole interpreta ottimamente il suo personaggio dandogli nello stesso tempo drammaticità e simpatia. Mi è piaciuta molto anche Sian Phillips; Philippe Noiret ha dimostrato di essere un grande caratterista. Bella la colonna sonora. Eccellenti i doppiaggi. Il messaggio che vuol lasciare questo film è che le battaglie personali motivate esclusivamente dalla sete di vendetta sono inutili e deleterie e, soprattutto, non creano eroi.

Concludo riportando le battute di due scene che mi sono sembrate molto significative.

1.

cap. Lauchs:    Inglese?! Inglesi?!
Murphy:           Strilla quanto vuoi… me ne frego!
cap. Lauchs:   La guerra finita! Germania kaput! Cambiare rotta o io attaccare!!
Louis:                Che dici che farà?
Murphy:          Si immergerà  cercare di infilarci un siluro nella pancia…
Louis:               Eh?!? Ma…. dei siluri non mi avevi detto niente!
Murphy:          Me n’ero scordato…
cap. Lauchs:  Guerra finita!! Germania arresa!!!
Murphy:          Louis dammi tutta la velocita possibile! E stà pronto a virare!
Louis:               Ma hai sentito cos’ha detto? La guerra è finità!
Murphy:          La loro guerra! Non la mia!
Louis:               La guerra è finita!!
Murphy:          Fà quel che ti ho detto!!!

2.

Murphy:       Perche sei sceso?
Louis:            Ne ho abbastanza… me ne vado.
Murphy:       Ma ormai li abbiamo in pugno!
Louis:            E lasciali crepare in pace!
Murphy:       Rimettiti ai comandi! Arriveremo prima che si disincagli!
Louis:            E provaci, forse ci riesci…ma spero proprio di no!
Murphy:       Louis!! Non ce la farò mai da solo!!
Louis:            Ma tu sei un ometto piccolo e solo Murphy… come me!
Louis:            Alla gente come noi nessuno farà mai un monumento!
Louis:            La differenza fra noi due e che io non mi illudo!

Alcuni dati sul film:

Titolo originale: Murphy’s war
Anno: 1971
Genere: drammatico
Regia: Peter Yates
Sceneggiatura: Stirling Silliphant
Soggetto: da un romanzo di Max Catto
Musica: John Barry, Ken Thorne

Cast:
Peter O’Toole interpreta Murphy
Sian Phillips interpreta la dottoressa Hayden
Philippe Noiret interpreta Louis
Horst Janson interpreta il capitano Lauchs

Alcune immagini del film:

La dottoressa Hayden (Sian Phillips) porge le sue cure a Murphy (Peter O'Toole).

Murphy aiutato da Louis (Philippe Noiret) si appresta a decollare con l'aliante per dare la caccia al sottomarino.

Il sottomarino tedesco lancia un siluro contro il barcone di Murphy e Louis.

Annunci

2 Risposte to “L’uomo che venne dal nord (1971)”

  1. davide novembre 28, 2011 a 9:14 am #

    grande film,con un O’Toole come sempre grandioso
    L’hai visto Beckett e il suo re di peter glenville con Burton e O’Toole,grandissima opera storica imperdibile!^_^

    • atticus76 novembre 28, 2011 a 12:37 pm #

      Concordo, Peter O’Toole è sempre una garanzia! Di “Beckett e il suo re” ne vidi soltanto una parte in tv diversi anni fa. Mi piacerebbe vedermelo per intero appena possibile. Mi pare che sia R. Burton che P. O’Toole ricevettero la nomination per quel film…

      Ciao, a presto!
      Francesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: