L’uomo che uccise Liberty Valance (1962)

29 Nov
Articolo già pubblicato il 19/11/2009 su http://carovecchiocinema.splinder.com/

__________

John Ford è considerato uno dei migliori registi della storia del cinema e, probabilmente, il migliore in assoluto per quanto riguarda il genere western. L’uomo che uccise Liberty Valance, uscito nel 1962, è senz’altro l’ultimo grande capolavoro del regista americano, un film che segna il triste tramonto di un eroe e del selvaggio west che erano stati, invece, tanto esaltati in film precedenti. Il film è ben diretto e cattura subito l’attenzione perchè basato sul racconto di fatti precedentemente avvenuti (il classico flashback). Il senatore Ransom Stoddard (James Stewart) assieme alla moglie Hallie (Vera Miles) tornano dopo tanti anni nel piccolo villaggio di Shinbone per assistere al funerale di un loro caro amico, Tom Doniphon. Un importante senatore che fa un lungo viaggio per rendere omaggio a un abitante del luogo, ormai diventato quasi sconosciuto, desta grande curiosità in alcuni giornalisti del paese. Essi perciò chiedono a Stoddard quale sia il sentimento che egli nutre verso Tom Doniphon e questi decide allora di raccontare loro tutta la storia.
Appena laureatosi in legge, Stoddard decise di andare a cercare fortuna nel west, ma durante il viaggio la sua diligenza fu assalita dalla banda dello spietato bandito Liberty Valance (Lee Marvin). In quella circostanza Stoddard fu picchiato selvaggiamente perchè cercò di proteggere una donna che viaggiava con lui. Stoddard venne trovato esanime da Tom Doniphon (John Wayne) e dal suo servo Pompeo (Woody Strode) che lo portarono presso una locanda nel paese di Shinbone dove gli furono prestate delle cure.
Tom Doniphon, all’epoca, era un abile pistolero conosciuto e amato da tutti gli abitanti del paese. Nella locanda in cui fu ospitato Stoddard, lavorava la giovane Hallie che sino a quel momento sembrava predestinata a sposarsi con Doniphon ma che poi, piano piano, cominciò a preferirgli Stoddard; questi, che non era certo bravo con la pistola, aveva comunque destato un grande fascino verso la donna soprattutto grazie alla sua grande cultura e alle sue intenzioni di stabilire l’ordine nel paese senza ricorrere alle armi. Nonostante ciò, Doniphon divenne in qualche modo il protettore di Stoddard e quando quest’ultimo si trovò faccia a faccia con Valance in un duello, gli salvò la vita sparando di nascosto contro il bandito. Tutto ciò avvenne in modo tale che sembrava che fosse stato Stoddard a uccidere Valance. Lo stesso Stoddard, inizialmente, era convinto di aver ucciso lui il feroce bandito finchè Doniphon non gli rivelò la verità. Entrambi mantennero il segreto e la gente rimase con la convinzione che fu Stoddard l’uomo che uccise Liberty Valance. Questo fatto fece diventare Stoddard un eroe e contribuì alla sua scalata verso il senato degli Stati Uniti mentre Doniphon, vedendo ormai perduto l’amore di Hallie, si ritirò a vivere in solitudine.
Quando Stoddard finisce il suo racconto, il direttore del giornale, un po’ a sorpresa, decide di non pubblicare la storia motivando la sua scelta con la celebre frase:

“Quì siamo nel west, dove se la leggenda diventa realtà, vince la leggenda!”

Oltre alla partecipazione di due monumenti del cinema come John Wayne e James Stewart, il film è arricchito dalla presenza di alcuni personaggi molto caratteristici come il giornalista ubriacone Dutton Peabody e lo sceriffo pauroso Link Appleyard ottimamente interpretati da Edmond O’Brien e Andy Devine, rispettivamente. Grande interpretazione anche per Lee Marvin nel ruolo di Liberty Valance. Ottima la scelta di girare il film in bianco e nero per accentuarne l’atmosfera malinconica e decadente.

Alcuni dati sul film:

Titolo originale: The man who shot Liberty Valance
Anno: 1962
Genere: western
Regia: John Ford
Sceneggiatura: James Warner Bellah e Willis Goldbeck
Soggetto: da un racconto di Dorothy M. Johnson
Musica: Cyril Mockridge

Cast:
John Wayne interpreta Tom Doniphon
James Stewart interpreta Ransom Stoddard
Vera Miles interpreta Hallie
Lee Marvin interpreta Liberty Valance
Edmond O’Brien interpreta Dutton Peabody
Andy Devine interpreta Link Appleyard
Woody Strode interpreta Pompeo

Alcune scene del film:

Hallie (Vera Miles) cura le ferite di Ransom Stoddard (James Stewart) assistita da Tom Doniphon (John Wayne) e Pompeo (Woody Strode).

Tom Doniphon avvisa gli altri che Liberty Valance si aggira nei pressi di Shinbone. L'uomo col cappello è il giornalista Dutton Peabody (Edmond O'Brien).

Ransom Stoddard e Liberty Valance (Lee Marvin) si affrontano sulla strada di Shinbone.

Liberty Valance si appresta a sparare il colpo di grazia a Ransom Stoddard ma verrà freddato dal preciso colpo di Tom Doniphon.

Annunci

10 Risposte to “L’uomo che uccise Liberty Valance (1962)”

  1. ipitagorici dicembre 1, 2011 a 9:22 am #

    Come scrissi già su Splinder, un film che mi è piaciuto molto, retto da due interpretazioni davvero convincenti, con un’epica e un mito nel modo di raccontare…

    Ti ho ritrovato, mi sembra che quasi tutti siamo diventati “wordpressiani” 🙂

    • atticus76 dicembre 1, 2011 a 6:08 pm #

      Felice di averti ritrovato sulla nuova piattaforma di wordpress. Ho notato che diversi degli ex splinderiani si sono trasferiti o si stanno trasferendo su wordpress. Speriamo di ritrovarci tutti anche quì e di riformare il bel giro che si era creato su splinder.
      Riguardo a questo film ricordo il tuo commento positivo su splinder e non posso che condividere; come avrai notato per ora sto trascrivendo i vecchi post splinderiani sul questo nuovo blog; una volta terminato questo lavoro comincerò a scrivere qualcosa di nuovo.

      Cari saluti,
      Francesco

  2. davide dicembre 1, 2011 a 3:53 pm #

    altro che il rat pack di sinatra e company,la banda di wordpress!^_^
    Film oltre il mito,mi piace persino Wayne che io non sopporto assolutamente!

    • atticus76 dicembre 1, 2011 a 6:20 pm #

      Beh, caro davide, w la banda di wordpress!!
      Sì “Ombre rosse” è veramente un film leggendario. Credo di capire il motivo per cui John Wayne non ti sia tanto simpatico: le sue idee politiche decisamente conservatrici e di destra?? o forse ti è semplicemente antipatico e basta…
      Sai io cerco, per quanto possibile, di non pensare alla vita privata o alle posizioni politiche di un attore o attrice perchè altrimenti questo potrebbe condizionare di riflesso anche il giudizio artistico.

      Ciao, buona serata!
      Francesco

      • siegfriedkracauer dicembre 1, 2011 a 6:55 pm #

        I personaggi che John Wayne interpretava avevano sicuramente delle idee migliori delle sue. Trovo insopportabile Wayne solo ne I cavalieri del nord-ovest, ma non è colpa sua, è colpa del film. Troppo Repubblicano, troppo Conservatore, troppo nazionalista. Il western più di destra che abbia mai visto.

  3. atticus76 dicembre 1, 2011 a 7:53 pm #

    @ siegfriedkracauer

    Concordo con quanto hai detto su John Wayne: come attore ha dato vita a personaggi indimenticabili spesso molto distanti da quelle che erano le sue idee come uomo. Anche a me non è particolarmente simpatica la sua interpretazione ne “I cavalieri del nord ovest”, ma senza dubbio si è condizionati dal fatto che, come dici giustamente, il film è palesemente di destra.
    Grazie di essere passato da queste parti, alla prossima!
    Cari saluti,
    Francesco

    • davide dicembre 2, 2011 a 9:56 am #

      si,chiaramente il suo essere di destra ha un peso,ma per fare dei nomi anche Kitano o Eastwood sono più destrosi che mancini eppure mi piacciono moltissimo.No,proprio Wayne non mi piace.Troppo western classico in modo convenzionale,preferisco gary cooper o james stewart
      Poi a me il genere western piace moltissimo,preferisco però quello crepuscolare di peckinpah

      • atticus76 dicembre 2, 2011 a 2:20 pm #

        Si capisco…. A me, invece, mettendo da parte naturalmente le sue convinzioni politiche, Wayne è un attore che in genere mi sta simpatico, sarà perchè quasi sempre i suoi personaggi sono dotati di grande personalità e trasmettono molta sicurezza.
        In effetti, come hai sottolineato, l’attore ha preso parte e ha rappresentato soprattutto una serie di western appartenenti al filone più classico (Ford, Hawks) che si discosta un po’ da quello successivo di fine anni 60′ e anni 70′ più ‘crepuscolare’ e spesso anche più violento (Peckinpah su tutti). Io personalmente preferisco il western classico sebbene gradisca molto anche quello successivo di cui sopra. Peckinpah e Aldrich, ad esempio, hanno diretto dei western per me memorabili.

        A presto!
        Francesco

  4. MonsieurVerdoux dicembre 5, 2011 a 6:06 pm #

    Film eccezionale, forse il migliore di Ford, poichè ricco di una malinconia e un romanticismo di fondo che ad esembio Ombre Rosse e Sentier Selvaggi non posseggono. Un film che forse anche il primo film che parla della fine dell’epopea del West (anni e anni prima di Piccolo grande uomo o de Gli spietati), ma soprattutto della fine dei suoi miti e delle sue leggende. Eccezionali i due interpreti.

    • atticus76 dicembre 5, 2011 a 8:04 pm #

      Per me è un po’ difficile dire quale sia il migliore film di John Ford perchè ce ne sono diversi veramente straordinari. Questo, senz’altro, è fra i miei preferiti assieme a “Ombre rosse” e “Sfida infernale”. Credo anch’io che questo sia stato il primo film a narrare il tramonto del west e dei suoi eroi, tema ripreso poi in altre pellicole del genere come quelle che hai citato. Sì, eccezionali Wayne e Stewart, ma ottima anche la prova dei due caratteristi O’Brien e Devine.

      Grazie per la visita, alla prossima!
      Francesco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: